Deep site | Luca Coclite
a cura di Alice Caracciolo
15 maggio – 15 luglio 2021
linea, via D’Annunzio 77, Lecce
linea inaugura i suoi spazi il 15 maggio 2021 con la mostra personale dell’artista salentino Luca Coclite, la quale verterà su alcuni temi ricorrenti della sua ricerca ovvero lo studio della relazione tra virtualità ed esperienza reale nel paesaggio nell’architettura.
I lavori in mostra avranno un denominatore comune che si baserà sui concetti di metamorfosi, temporalità e sparizione; sarà presente anche una pubblicazione, realizzata in occasione della mostra e stampata in un’edizione di 30 copie.
La mostra

“Loop temporali con didascalia, abitazioni telescopiche che scalano il cielo, piramidi, case-tombe, pietre-piedistallo per falchi e civette, simboli e segnali da decifrare di luoghi in cui l’uomo era alla perenne ricerca del legame tra mondo spirituale e mondo naturale. Deep Site comprende una serie di miei lavori video, fotografci e scultorei, che hanno come soggetto architetture, simboli, messaggi dal mondo rurale e ruderi –
pseudo reali – potenziati digitalmente. Questi lavori sono perlopiù ritratti modifcati di strutture architettoniche in declino, prossime alla dissoluzione e inserite in luoghi paesaggistici che hanno smarrito le fattezze originarie e che ciò nonostante continuano a esercitare il loro potenziale simbolico e rappresentativo nella rete web” (Luca Coclite).

La ricerca artistica di Luca Coclite (1981, Gagliano del Capo, LE, IT) si focalizza sull’analisi dell’immagine contemporanea legata al paesaggio e all’architettura, come terreno sul quale indagare diversi fattori sociologici che ne scaturiscono. Da diversi anni osserva la trasformazione dei territori, il paesaggio che lo
circonda e con esso le contraddizioni insite negli aspetti politici e sociali. Per i suoi lavori ricorre all’utilizzo di diferenti linguaggi visivi, prediligendo il disegno, la fotografa e il video. Quest’ultimo, nello specifco, formalizzato all’interno di installazioni ambientali, è un mezzo che gli permette di unire scenari diversi dove materialità e immaterialità si incontrano.
Negli anni ha preso parte a diversi programmi di residenza nazionale e internazionali, nel 2017 vince la borsa di studio
di – NCTM e L’Arte – che gli permette di sviluppare un progetto di ricerca presso l’Experimental Intermedia di New York. Il suo lavoro è stato esposto in diverse fondazioni e musei come la Galleria Nazionale di Roma e la Fondazione del Monte di Bologna. Negli ultimi anni ha collaborato e co-fondato diversi progetti artistici e curatoriali, tra i quali Ramdom e
Casa a Mare, che gli hanno permesso di approfondire lo studio sui luoghi in relazione con le pratiche artistiche. Nel 2018 co-fonda, insieme a Laura Perrone, studioconcreto.

😐😐

##############