Ogni settimana Apuliart Contemporary presenta un artista giovane ed emergente under 35. Oggi abbiamo il piacere di parlare con Francesco Stabili, giovanissimo video maker e fotografo.

1)Ciao! Parlaci un po’ di te! Chi sei, da dove vieni e cosa fai nella vita

Ciao! Mi chiamo Francesco e vengo da Lecce, una città al Sud della Puglia. Ho da poco concluso gli studi al Liceo Artistico. Al momento mi occupo di fotografia,video e montaggio e spero che un giorno tutto questo diventerà il mio lavoro.

2)Come hai capito quale fosse la tua forma espressiva artistica?

Sin da quando ero bambino mi sono soffermato nel catturare soggetti semplici,che per me apparivano unici, particolari e ricchi di significato. Non ho mai dovuto cercare la mia arte in realtà. Per me fotografare è instintivo! Mi aiuta a dare vita alla mia creatività e tutto ciò che ho dentro di me.

Sea, from Instagram account, 2017.

3)Quale è il fine del tuo lavoro? Che cosa vuoi raccontare?

Come per ogni artista, il mio obiettivo è quello di far entare in contatto l’osservatore con il mio mondo. Un mondo strano di surrealismo e nostalgia. Penso che sono i tre aggettivi che caratterizzano al meglio la mia persona.

Si! In particolare i luoghi dove ho trascorso la mia infanzia. Posti come quelli di mare, senza persone ma solo tetti e palazzi.

4)La tua terra d’origine è stata fonte d’ispirazione per le tue opere e la tua visione artistica?

Si! In particolare i luoghi dove ho trascorso la mia infanzia. Posti come quelli di mare, senza persone ma solo tetti e palazzi.

5)Quali sono gli artisti a cui fai riferimento o che senti vicini alla tua arte ?

Orlan,Alexis Christodoulou, leonardo scotti, araki, ren hang, leslie zhang, Henri matisse, Alex prager, domingo milella,sono sicuramente gli artisti da cui traggo maggiore ispirazione.

 

6)Che ne pensi del panorama artistico della tua città natale? C’è possibilità di avere spazio e di essere valorizzati per i giovani artisti come te ?

Penso che sia abbastanza attivo per quanto riguarda l’artigianato e per la stagione culturale della città. Ma per il resto non ci sono incentivi per le nuove forme d’arte. Comunque ci sono molto limiti e gestioni private.

 

 

7)Proponi tre idee per lanciare la cultura di artisti emergenti per il Sud Italia

Secondo me un’idea che può essere una sintesi di tante proposte e idee, sarebbe quella di creare una rivista di noi artisti del Sud Italia. Principalmente il magazine serve per mettere in risalto le opere d’arte con un legame alla propria origine e luogo.

8)Negli ultimi anni siamo testimoni di una migrazione di interessanti personalità artistiche dalla Puglia verso terre con maggiori promesse di carriera futura ma molti scelgono di restare. Pensi che è possibile un cambio di rotta di questo movimento?

Da un mio punto di vista, si è possibile. Perchè anche se gli artisti decidono di restare per cogliere la bellezza della nostra terra,questa allo stesso tempo non può offrie ottime opportunità lavorative.

9)Quali sono i tuoi piani futuri? E i tuoi progetti?

Ultimamente sto lavorando a un mio progetto interamente realizzato su videocassetta e ho intenzione di esporlo per agosto/settembre.

10)Vedi nel tuo futuro un lavoro artistico in Puglia?

Si lo spero! Anche perchè penso che sia un luogo da sfruttare e valorizzare e serve andare oltre le solite cose commerciali e turistiche.

 

Fruits, from Instagram account, 2018.
Fruits, from Instagram account, 2018.

Behance