Ogni settimana Apuliart Contemporary presenta un artista giovane ed emergente under 35. Oggi abbiamo il piacere di parlare con Lorenzo D’Alba, giovane pittore di Otranto ora studente presso l’Accademia di Brera a Milano.

1) Ciao! Parlaci un po’ di te! Chi sei, da dove vieni e cosa fai nella vita.

Ciao! Mi chiamo Lorenzo e ho vissuto per i miei 19 anni nei colori e nella storia e vita della città di Otranto. Ho da poco iniziato a studiare pittura a Milano presso l’Accademia di Brera.

2) Come hai capito quale fosse la tua forma espressiva artistica?

Forse non lo ho ancora capito! Sono ancora giovane, ho solo ventanni e ho appena iniziato a sperimentare con tecniche e materiali vari.  Continuo sempre a essere persuaso dall’idea che noi abbiamo bisogno di trovare il nostro modo di comunicare i nostri sentimenti e ogni momento della nostra vita.

3) Quale è il fine del tuo lavoro? Che cosa vuoi raccontare?

Il mio lavoro si fonda su un gioco dialettico e di corrispondenze. Cerco di creare una connessione peculiare tra concetto, simbolo e analogia ma anche contrasto. La tela è una forma empatica con le mie esperienze, memorie e oggetti.

Ho deciso di usare il formato di piccole dimensioni per questa serie, Voglio restituire una nuova vita al figurato con il mio gesto.

Babele, Lorenzo D'Alba, 2017.Babele, Lorenzo D’Alba, 2017.

4) La tua terra d’origine è stata fonte d’ispirazione per le tue opere e la tua visione artistica?

Sicuramente si. La distanza dalla mia casa è una ragione per cui ricordare e usare il patrimonio di storia e cultura visiva attraverso Lecce ed Otranto. Gli elementi della mia terra sono spesso un ritorno nel mio lavoro.

5) Quali sono gli artisti a cui fai riferimento o che senti vicini alla tua arte ?

Alberto Burri ha influenzato il mio lavoro. Il mio bagaglio culturale è composto da i lavori di Anselm Kiefer, Twombly e Richter. Mi interessa molto il lavoro di Anish Kapoor e di Medardo Rosso per sempio. Inoltre altri artisti recenti come Francesca Pasquali, Giuseppe Gabellone, o Matteo Fato e Adelita Husni-Bey, che ho avuto la fortuna di conoscere entrambi.

6) Che ne pensi del panorama artistico della tua città natale? C’è possibilità di avere spazio e di essere valorizzati per i giovani artisti come te ?

Penso che ogni piccola o grande città ha un potenziale artistico ma è importante che venag portato alla luce grazie agli artisti giovani. Sono abbastanza ottimista e penso che Lecce ha un grande potenziale ed energia. Per la mia esperienza, credo che sia molto importante incontrare le persone che aiutino e non ostacolino il tuo lavoro.

Flusso, Lorenzo D'Alba, 2017.
Flusso, Lorenzo D’Alba, 2017.

 

Identità, 2017.

7) Proponi tre idee per lanciare la cultura di artisti emergenti per il Sud Italia.

Credere nel lavoro delle giovani menti artistiche e cercare di andare incontro verso qualsiasi tipo di arte. Non dimenticarsi della storia dell’arte e sempre essere informati su quello che accade a livello nazionale ed internazionale. Promuovere non solo le attività delle gallerie ma anche le attività che portano la città ad aprirsi verso tutti e non solo a poche persone

8) Negli ultimi anni siamo testimoni di una migrazione di interessanti personalità artistiche dalla Puglia verso terre con maggiori promesse di carriera futura ma molti scelgono di restare. Pensi che è possibile un cambio di rotta di questo movimento?

Certo che si! Prima di tutto perchè ammiro la tenacia di coloro che promuovo la loro arte rimanendo nella loro terra. Credo che la cosa fondamentale sia quella di condividere la conoscenza. Penso che sia importante sapere quali sono le diverse realtà che ti permettano di sperimentare e avere un approccio differente al lavoro, sempre  per migliorare.

9) Quali sono i tuoi piani futuri? E i tuoi progetti?

La mia sperimentazione non si ferma. Oltre a continuare con la pittura e il disegno, ho idee per rendere il mio lavoro più interattivo e comunicativo di quello che è. Ma per ora il lavoro continua e sento la necessità di molte ricerche e molti studi.

10) Vedi nel tuo futuro un lavoro artistico in Puglia?

Sono legato alla mia terra e vorrei che il mio lavoro contribuisse allo sviluppo della sua scena artistica. Per il momento Milano è un passo in un percorso di crescita artistica.

 

Orizzonte, Lorenzo D'Alba, 2017.
Orizzonte, Lorenzo D’Alba, 2017.

Instagram